Io sono Dio

Abbastanza luce per credere… Abbastanza buio per dubitare

AD

Il miracolo di San Gennaro

Author: Nessun commento Share:

Ho avuto una visione!

Vi giuro… ho parlato con San Gennaro!

Me lo ha detto di persona. Oggi la magica ampolla contenente il suo sangue, provocherà per l’ennesima volta il miracolo.

Il sangue coagulato si scioglierà. Il pericolo è scampato per altri trecentosessantacinque giorni.

Vorrei proprio essere un cardinale oggi. E vorrei essere il cardinale Sepe. Chissà cosa proverà quando mostrerà l’ampolla miracolata alle migliaia di persone che accorreranno ad assistere al miracolo.

Vorrei proprio essere nella sua testa ed ascoltare i suoi pensieri.

Comunque stavolta l’esclusiva ce l’ho avuta io.

San Gennaro è venuto da me e mi ha detto: “Nio, tu sei il prescelto quest’anno! Non temere, il sangue si scioglierà!” e io ho risposto: “meno male San Genna’!”

E questa storia si ripete da secoli.

Napoli è già abbastanza precaria. Eliminiamo anche l’ampolla di San Gennaro e non ci resta più nulla.

Togliamo anche questo miracolo ai fedeli napoletani e non avranno altro a cui credere.

Intanto la chiesa ipocrita continua a prendere in giro il mondo intero.

Dovrebbe intervenire lo Stato e smascherare questa farsa.

Lo Stato dovrebbe proteggere l’intelligenza delle persone e invece cosa fa? Manda le Frecce Tricolori al funerale di un ladro: Luciano Pavarotti!

Intanto, il grillo parlante porporato (Bagnasco), ha imparato la dialettica del fondamentalismo e dice che il mondo si può salvare solo riconoscendo i valori della vita umana, dal concepimento alla morte, e della famiglia, che è tale solo se riconosciuta nella famiglia cattolica cristiana.

Quella inscindibile ed insostituibile.

Non dovremo meravigliarci se ad un individuo del genere un giorno i proiettili dovessero arrivare per strade diverse da quelle postali.

Meno male però, che si scioglie il sangue.

Gli scippatori avranno il benestare di San Gennaro, per un anno ancora “lavoreranno” fruttuosamente, i rapinatori idem, agli assassini non mancherà “selvaggina” e agli saggiatori non mancheranno clienti.

“Prendete e bevetene tutti, questa è l’ampolla del mio sangue, racchiuso per voi e per tutti in remissione dei peccati.”

Povero Cristo, se potesse vedere tutto ciò!

Previous Article

della morte

Next Article

La matematica del cuore

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *