Io sono Dio

Abbastanza luce per credere… Abbastanza buio per dubitare

AD

Bollicine fraudolente

Author: Nessun commento Share:

Un decreto legge di ventisette articoli, è il maxiprovvedimento sulla sanità predisposto dal ministro della Salute Renato Balduzzi e che dovrebbe essere presentato al Consiglio dei Ministri il prossimo 31 agosto.

Tra le novità, multe in arrivo per chi vende sigarette ai minori di anni 18 (ma non era già in vigore?), videopoker lontani da scuole e ospedali (quando marinavo la scuola andavo sempre nella sala giochi più lontana), tassa sull’alcol (bene i superalcolici dovrebbero avere le etichette a caratteri cubitali come le sigarette: bere fa morire, non alitare sul volto di chi ti sta vicino) e l’obbligo per chi va in palestra del certificato di sana e robusta costituzione da far redigere dal medico sportivo (così i 50€ lieviteranno?).

Il decretone intitolato “disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del paese mediante un più alto livello di tutela della salute” si ispira alle accise dei carburanti, i cui ricavati andranno a finanziare l’adeguamento dei livelli essenziali di assistenza. Bollicine nelle bibite? 7,16 euro per ogni 100 litri, mentre per i superalcolici sono 50€. Ma non poteva proporre 100€ per i superalcolici? No, se si pensa che la bibita più venduta è la CocaCola i maggiori guadagni saranno sulle bollicine.

La CocaCola Spa ha già pronto sul mercato la CocaCola non Spritz e anche una nota marca di un prodotto per pulire la dentiera corre ai ripari intervenendo sulla pubblicità: “La dentiera di mio nonno non fa più le bollicine”.

Anche gli agricoltori sono preoccupati. Il timore è che l’effetto gas che produce le bollicine possa essere assimilato al gas prodotto dai fagioli e se così fosse, proprio per tutelare la salute dei cittadini, sarà vietato scoreggiare in ambienti chiusi.

Previous Article

Il diavolo e l’acqua santa

Next Article

Il web non è mai fascista

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.