Io sono Dio

Abbastanza luce per credere… Abbastanza buio per dubitare

AD

Ecoballe

Author: Nessun commento Share:

La vera monnezza
La vera monnezza
Ma come ci si sveglia da quest’incubo? O forse non è un incubo? Ma non può essere realtà nooo. E invece si. È tutto vero. Accidenti. Scoppia le lite nella maggioranza. La Carfagna e la Mussolini si accapigliano – solo a parole per ora – in attesa del match in transatlantico in cui la nipote del duce promette due occhi neri alla soubrette. Dopo la scissione di Futuro e Libertà dal PDL, Bocchino dichiara che il nome e il simbolo del Popolo delle Libertà, non potrà essere usato alle prossime elezioni. Berlusconi contrattacca Bocchino recriminando i diritti d’autore sul suo cognome. Berlusconi tra un Italo Bocchino e un altro, si sente con la Carfagna per dirle che la Mussolini non è nessuno e ha fatto carriera solo grazie al cognome di Benito (Mussolini), poi chiama la Mussolini e dice che la Carfagna ha fatto carriera solo grazie al cognome di Italo (Bocchino). Il tutto mentre a Napoli e in Campania, si torna a nuotare nella spazzatura. Berlusconi ha risolto già 8 (otto) volte l’emergenza spazzatura, ogni volta che vince le elezioni se ne porta un po’ in parlamento… ha detto che si sente solo! Lui e Bertolaso hanno fatto a gara a che la sparava più grossa. Una giuria di esperti sta ancora cercando di individuare il vincitore. Il cardinale Sepe è sceso in piazza con l’ampolla santa col Sangue di San Gennaro per chiedere un nuovo miracolo che spazzi via la monnezza: si teme una imminente eruzione del Vesuvio. Le mamme a Napoli non mandano i figli a scuola e Maroni denuncia infiltrazioni camorristiche tra gli alunni della materna ma Cosentino dice di non saperne nulla. Maroni litiga con Saviano che accusa la Lega di fare affari con la camorra e la ‘ndrangheta al nord e chiede la replica a “Vieni via con me”. I due non si accapigliano per evidente disparità tricologica. Maroni ottiene la replica a “Vieni via con me” e leggendo il suo elenco afferma che la camorra al nord c’è da 15 anni, la mafia da molto di più ma qui la Lega non c’entra: “chiedetelo a Dell’Utri”. Ha elencato inoltre tutti i boss latitanti catturati fino ad oggi e ha assicurato che se sarà superata anche questa crisi, telefonerà personalmente a Cosentino per farsi dare l’indirizzo di un altro latitante.

Previous Article

Il papa immorale

Next Article

Si tolga di torno

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.