Io sono Dio

Abbastanza luce per credere… Abbastanza buio per dubitare

AD

Good luck Mister Trump

Author: Nessun commento Share:

Io non ce l’ho con gli Americani. Insomma chi sono io per avercela con gli Americani? Voglio dire, se mi trovassi oggi a parlare con un Americano e a criticarlo per la scelta che essi hanno fatto ieri notte, questi mi risponderebbe di sicuro chi sono io per poterlo criticare. Insomma, noi un miliardario che adescava le minorenni e col parrucchino lo abbiamo avuto per 20 anni, e gli effetti devastanti del secondo ventennio gli stiamo ancora pagando, vedi per esempio chi ci guida adesso.

Insomma, l’Italia ha la classe dirigente più corrotta al mondo. L’Italia, da quando esiste la Repubblica Italiana, ha sfornato solo politici ladri e mafiosi. Non ha mai cambiato. Abbiamo sempre avuto, per 70 anni, governi democristiani che si sono prostrati a questo o a quel presidente Americano, repubblicano o democratico che sia. Cosa cambia? Cosa ci cambia? E chi sono io per giudicare?

Insomma, l’America ha inventato… l’America ha scoperto… l’America… va beh si, è comunque un popolo democratico. Hanno così tanta democrazia che sbombardano qua e la ogni tanto per esportarne un po’. È un popolo di bigotti immuni alla cultura ma questo non deve condizionare il nostro giudizio, del resto chi ha vinto oggi le elezioni presidenziali in America, in Italia le ha vinte 20 anni fa. Stanno solo un po’ indietro. Immaginiamo cosa accadrebbe se seguissero il cammino che ha fatto l’Italia in questi 20 anni… meglio non pensarci.

Insomma, chi sono io per avercela con gli Americani dai. Ha vinto Donald Trump ha perso la Clinton. E io che me la prendo con gli americani che hanno votato Donald Trump… e che gli posso dire io che da noi son cambiati 3 presidenti del Consiglio senza mai andare a votare? Le elezioni son così, c’è sempre uno che perde e uno che vince. Mica siamo in Italia? In Italia quando si vota… quando si vota, non perde mai nessuno. Vincono tutti. Non si sa perché ma dicono tutti di aver vinto. Sarà per questo che ormai non ci fanno più votare.

Intanto da stanotte, gli Stati Uniti d’America, hanno il loro 45° presidente. Dicono che sia un guerrafondaio, misogneno, razzista, sessista, molestatore e anche miliardario… tutti difetti insomma.

Riceve in eredità qualche guerra accesa, ma tanto gli USA da quando esistono, dal 4 luglio del 1776, sono stati sempre in guerra con qualcuno. 224 anni su 241 hanno sempre combattuto guerre con qualcuno. Interne, contro i veri Americani, oggi quasi totalmente sterminati barbaramente, o esterne, a distribuire bombe e democrazia.
Speriamo almeno che prima di iniziarne di nuove, Donald Trump finisca quelle in corso.
Good luck mister President

Previous Article

Bullismo – Lo Stato ti aiuta

Next Article

My corner sofa

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *