Io sono Dio

Abbastanza luce per credere… Abbastanza buio per dubitare

AD

Il… nodo Alfano – Innocenti per legge

Author: Nessun commento Share:

Processo breve. Ah ecco. Finalmente comincia ad essere chiaro a tutti cosa significa “processo breve”. Anche a quelli che non sono proprio avvezzi ai tribunali, la cui controversia più grave con la giustizia si limita ad un ricorso per un divieto di sosta. Ne hanno dato la spiegazione i legali di berlusconi.

Compagni di merende
Compagni di merende
La prima udienza del processo (breve) che vede proprio berlusconi imputato per concussione e prostituzione minorile, è durata 7 minuti. 7 minuti in cui il premier è stato dichiarato contumace… assente. Finalmente cominciamo a capire anche noi i frutti del cervello di Angelino Alfano e il suo lodo. Praticamente la prestazione di berlusconi in tribunale è durata circa il triplo delle sue prestazioni sessuali. La speranza è che almeno per le seconde non mandi i suoi avvocati. In tutto questo mare di melma però, mentre da un lato si lavora alacremente per portare a casa il processo breve, dall’altro lato, a palazzo madama, si approva un emendamento presentato dal capogruppo PdL in commissione giustizia, Franco Mugnai, che allunga di fatto i processi. L’emendamento prevede infatti, che una sentenza passata in giudicato, non costituisce più una prova per un processo collegato. To’… mi viene in mente un processo, denominato “processo Mills”, passato in giudicato, nel quale l’avvocato Mills è stato condannato per aver preso tangenti da Silvio berlusconi. Il processo parallelo a Silvio berlusconi per aver corrotto l’avvocato Mills, dovrà ricominciare daccapo senza tener conto delle prove, testimonianze, faldoni e anni di lavoro impiegati per il primo processo con uno scontato e conseguente incremento delle spese per i cittadini ma soprattutto dei tempi per giungere a sentenza. Non chiamatela “legge ad personam” però. Stavolta la legge non servirà solo al premier più inquisito della nostra repubblica ma anche a tutti i boss e malavitosi vari. Tra qualche anno ci ritroveremo l’Italia invasa da migliaia di delinquenti a piede libero relativamente innocenti, tutti fuori grazie al lodo Alfano, più propriamente detto “nodo Alfano” per come riuscirà a legare le mani della giustizia. Con tutto quello che ci sta costando, a mantenere un parlamento di servi che lavorano solo per l’incolumità giudiziaria del premier, non sarebbe meglio proporre un bel decreto dove si dichiara berlusconi “innocente per legge”?

Previous Article

Ha reso grazie al signore

Next Article

Parla radio Londra, trasmettiamo alcuni messaggi speciali

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *