Io sono Dio

Abbastanza luce per credere… Abbastanza buio per dubitare

AD

Politiche 2013 – hanno vinto tutti

Author: Nessun commento Share:

Come al solito hanno vinto tutti. berlusconi, con circa 7 milioni di voti in meno, dice che ha vinto. Bersani, con berlusconi antagonista non ha sbancato e dice di aver vinto. Monti è riuscito a trascinare finalmente Casini ai limiti della soglia di sbarramento e dice di aver vinto. Ingroia ha vinto un biglietto di sola andata per il Guatemala.

Anche Napolitano ha vinto. In un ovetto kinder, ha trovato un apparecchio acustico Amplifon così adesso il boom di Grillo lo sentirà meglio.
Primo partito alla Camera dei deputati con un corposo 25%.

Un elettore su 4 ha votato il MoVimentomo. Un elettore su 4 ha votato berlusconi. Un elettore su 4 ha votato Bersani. Un elettore su 4 non ha votato affatto.

Quello che ne viene fuori dalle urne è il grafico preciso di un popolo indeciso. Schiavo delle sue tradizioni di coloni abituati a seguire le iniziative altrui piuttosto che prenderle e proporle.

Un popolo timoroso del cambiamento. Ignorante e vecchio. Un popolo che guarda la tv alle 2 del pomeriggio, quando Maria De Filippi scornacchia con gli Amici di Canale 5 o Barbara d’Urso sputtaneggia con berlusconi sulla sua adolescente fidanzata.

Un popolo incolto la cui responsabilità civica rasenta l’analfabetismo, pronto a vendere il suo voto al primo bugiardo che gli promette la restituzione di 4 spiccioli.

Ne viene fuori un popolo incapace di sfornare una classe politica giovane e capace o quantomeno di darle spazio visti i continui fallimenti dei vecchi.

Si vincono le elezioni in base a promesse mai mantenute e non sui fatti.

Bersani e le sue metafore non è riuscito a vincere nonostante berlusconi. berlusconi, grazie a Bersani, rischia di venir annoverato nel nuovissimo testamento come il nuovo resuscitato. Intanto il mondo intero ride. Ride di me, che ho votato Bersani e che un attimo dopo ero già pentito. Ride di te che hai votato Bersani e che non sei affatto pentito. Ride di lui che ha votato berlusconi perché non crede in un dio ultraterreno, e di lei, la vecchietta che guarda “Pomeriggio cinque” che sognava la restituzione dell’IMU.

In un qualsiasi paese civile, se un politico avesse dichiarato pubblicamente “se vinco le elezioni vi restituisco i soldi dell’IMU di tasca mia” sarebbe andato in galera. Da noi, se sei da galera, male che ti va governi. Ride anche dei cosiddetti grillini che ancora sperano e sognano di poter cambiare questo paese. Di poter convincere i comunisti delusi come me che non ho mai avuto il piacere di mangiare un bambino. Di potere finalmente mandare in galera i fuorilegge che riescono a fuggire dalle aule dei tribunali. Di potere sconfiggere l’evasione fiscale. Di riuscire a dimostrare che chi guadagna di più, i privilegi di cui gode se li può pagare con i soldi che guadagna rispetto a chi non se li può permettere per niente. Di far si che nessuno muoia senza aver visto durante la sua vita che l’articolo 1 della costituzione era riferito anche a lui. Di pensare di poter convincere gli italiani che in fondo in fondo si può continuare a credere in un cambiamento nonostante Bersani e berlusconi.

Previous Article

Quore

Next Article

Chi è Dio

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.