Io sono Dio

Abbastanza luce per credere… Abbastanza buio per dubitare

AD

Stato brado

Author: Nessun commento Share:

Stato brado, forse la vogliono così, ignorante, male educata, sporca, caotica, incivile, malavitosa e degradata. Tutti aggettivi che possiamo attribuire a ‘o paese do sole. Il paese del mandolino e della pistola, delle serenate e delle sceneggiate alla napoletana, della pizza e del pizzo. Il paese dove si ammazza per una lite da bambini. E smettiamola di definirli ragazzi. A 14 anni si è bambini. A 14 anni si deve giocare a calcio non più lontano del cortile di casa, dopo aver fatto i compiti, dopo aver letto per dovere, più che per piacere, 20 pagine di un libro per bambini, che so…”Le avventure di Huckleberry Finn”. A 14 anni, si deve usare il coltello solo per tagliare una bistecca, tagliarci il pane è ancora troppo pericoloso, non si deve averlo in tasca per difesa, anzi per attacco omicida. A 14 anni, forse, non si deve nemmeno avere il senso immenso della vita. Invece a 14 anni a Napoli, si può essere già attori protagonisti di una tragedia ai limiti del surreale. Si può essere complici di una barbarie. A 14 anni a Napoli, si ha la forza di infliggere una pugnalata al cuore di un coetaneo. La cosa più aberrante, è che se ne ha la capacità e in alcuni quartieri, se ne ha addirittura il diritto. Forse lo Stato vuole che sia così. La notizia di un turista derubato nel tristemente famoso quartiere de’ la Sanità a Napoli, suscita nella popolazione, più un sentimento di rabbia nei confronti della vittima, che nei confronti dell’aggressore, quasi a voler accusare il povero malcapitato per essersi “avventurato” in quella zona. Forse lo Stato vuole che il famoso “pacco”, resti una caratteristica folcloristica della città e non un atto delinquente da punire. Forse lo Stato vuole che l’immondizia, sia più economico tenerla per strada che in centri di raccolta appropriati. Forse vuole che i semafori, servono a mostrare al mondo che un certo tipo di civiltà c’è anche qui, e non per regolarizzare il traffico. Questo è ‘o paese do sole, del mandolino e della pizza. Della brava gente, con l’altarino di San Gennaro sotto casa e la pistola con la matricola abrasa nel cassetto. Chist è ‘o paese do sole, do mandulin e da pizza! Nio

Previous Article

Perché non rinasce il Messia

Next Article

Metteteci Dio

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *