Io sono Dio

Abbastanza luce per credere… Abbastanza buio per dubitare

Coronavirus COVID-19: Cosa fare di esso e cosa imparare da esso

Author: Nessun commento Share:

[ad_1]

Allora, cosa sta cercando di dirci COVID-19?

  1. Prestare attenzione

Nessun altro virus, guerra, disastro naturale o altre avversità simili è riuscito ad attirare l’attenzione COLLECTIVE in modo così potente per un tempo molto lungo. La domanda a cosa esattamente dobbiamo prestare attenzione è complessa (poiché ci sono molte cose che abbiamo spazzato sotto il tappeto). Ma non è meraviglioso che siamo costretti a rallentare, rimanere a casa e (si spera) riflettere senza distrazioni su ciò che è importante, ciò che è prezioso e ciò che vale la pena spendere per la nostra vita. Naturalmente, se perdiamo questo tempo prezioso a guardare cuccioli carini e la pubblicazione di video stupidi su Facebook invece di prestare attenzione a ciò che conta davvero, ci stiamo seriamente perdendo il punto qui.

  1. Siamo in tutti collegati (altrimenti noto come “Una lezione in unità”)

Se mai avessimo bisogno di prove che siamo tutti connessi e che tutto ciò che tocchiamo (letteralmente e metaforicamente) è collegato a tutto il resto, ora ce l’abbiamo. Infine (e si spera) una grande realizzazione sta cominciando a sorgere su di noi: non possiamo più continuare a “fare pipì” in un’estremità della piscina (cioè il Pianeta) e andare a nuotare dall’altra parte pensando che la nostra merda non ci raggiungerà. Nuotiamo tutti nella stessa piscina e qualsiasi cosa facciamo in quella piscina torna da noi. Così, portare la produzione “sporca” dall’Europa in Cina (e questo è solo uno dei milioni di esempi di separazione) non può e non serve l’Europa (o qualsiasi altro continente per quella materia). Perché la merda torna inevitabilmente, come la diffusione del virus sta illustrando chiaramente. Per inciso, non è notevole che una situazione che richiede l’isolamento sociale (cioè l’apparente separazione) intensifica di fatto la sensazione che siamo tutti connessi, che siamo tutti in questo (e ogni altra cosa) insieme!

  1. È tempo di rinnovamento

Le vecchie strutture devono essere abbattute in modo da poter ricominciare da capo (speriamo con una nuova consapevolezza anche se con poche risorse). A prima vista, non è casuale che il virus abbia finora preso di mira la vita di persone anziane con una, due o più condizioni preesistenti, cioè queste sono persone che avrebbero dovuto morire qualche tempo fa se non fossero state per i modi artificiali di prolungare la vita. Ma le risorse artificiali salvavita si stanno esaurendo (niente macchine respiratorie, niente personale medico o altre forniture). Questo dovrebbe farci ripensare alle tecnologie salvavita su cui così tante persone si sono affidate e che hanno, di conseguenza, rinunciato alle responsabilità della salute personale. Che ne dici di concentrarsi invece sui piani di prevenzione delle malattie (quando la pandemia è finita): alimentazione sana, esercizio fisico, meditazione, ecc? Quante persone avrebbero malattie cardiache e diabete (le due condizioni principali che vanno di pari passo con le morti di coronavirus), se non ci fosse cibo spazzatura o stress moderno?

  1. Mettiti comodo con la morte facendo sì che ogni momento della vita conti

La morte in sé e per sé non è una tragedia. Piuttosto, una vita sprecata è una tragedia. Una persona che ha vissuto con integrità, ha contribuito in modo significativo a se stessa e alla società, e ha mantenuto rapporti di qualità durante il loro tempo di vita, non ha rimpianti. Questo tipo di persona è pronta a morire in qualsiasi momento, e felicemente. Diventa tu stesso quella persona. Rivaluta le tue priorità e inizia a spendere tempo su ciò che conta. Lascia andare il rancore. Cominciate a sentire che siete collegati a tutti gli altri esseri umani. Perdonare. Sentite più amore e meno risentimento. Smettila di vivere una vita tragica e nemmeno la tua morte sarà tragica. Entrambi possono essere una festa.

Quindi questi sono alcuni dei messaggi che penso che abbiamo bisogno di sentire in questo momento. Naturalmente, ci sono molte altre cose da prendere in considerazione e molto di più ci sarà rivelato nel corso di questa esperienza. Ecco perché abbiamo bisogno di rimanere flessibili, osservare con attenzione (prestare attenzione), porre domande intelligenti e continuare a cercare le loro risposte nel profondo. In questo modo stiamo davvero approfittando della situazione pulendo il nostro bagaglio. Qualsiasi altro comportamento (ad esempio impazienza, frustrazione, rabbia e in attesa di questo soffio in modo che le cose possano tornare “normali”) è immaturo. Abbiamo bisogno di un cambiamento di coscienza (per spostare il virus) e se resistiamo, il virus persisterà.

[ad_2]

Source by Vyara Bridgeman

Previous Article

Coronavirus: Cosa fare?

Next Article

Pensiero critico: Il Coronavirus sta costringendo alcune persone ad affrontarli?

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.