Io sono Dio

Abbastanza luce per credere… Abbastanza buio per dubitare

Tu cosa vendi?

Author: Nessun commento Share:

Bennato poverino ha cominciato scalzo Qualcuno, suo fratello, gli disse ch’era pazzo A vendere le scarpe a un caro manichino Soltanto per veder se lo seguiva nel cammino E allora lui vendeva anche la sua rabbia A quelli che volevano vederlo in una gabbia A qualche poveruomo che era insoddisfatto Il buon caro Bennato dava la sua sconfitta Chitarra suona piano e la prima cosa bella È Nicola di Bari anche lui era una stella Vendeva le sue scarpe a dir la verità Soltanto per un miglio della sua libertà Sono passati gli anni e ancora c’è chi vende Adesso c’è altra merce adesso c’è altra gente Si vende ormai di tutto Si vendono le figlie Qualcuno pare strano ma vende anche le doglie Ragazze a quindici anni per la celebrità Vendono a vecchi porci la lor verginità Noemi, Nicole, Ruby, la Fico Raffaella Hanno venduto il culo per far la vita bella Guccini per esempio forse solo per gioco Disse che il suo di dietro lo vendeva per poco Vallo a comprare adesso il culo di Guccini Forse è più conveniente quello di Signorini Ora che per un culo si pagano milioni Appartamenti in centro cast in televisioni Mettiamo al mondo figlie non per i matrimoni Che appena quindicenni, ci pensa Berlusconi

Previous Article

Dio, tira fuori le palle

Next Article

Facciamo una festa?

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.