Io sono Dio

Abbastanza luce per credere… Abbastanza buio per dubitare

AD

Non avrai altro Renzi all’infuori di me

Author: Nessun commento Share:

O si ragiona proiettandosi al futuro remoto, immaginando di essere letti nei libri di storia, o si ragiona proiettandosi ad un futuro più prossimo, a domani, a dopodomani, senza pensare, con la forma più becera di egoismo, nemmeno ai propri figli.

A quale futuro Matteo Renzi si stia proiettando, ancora è tutto da capire.

Immaginare di pensare che si stia proiettando a quello più remoto, è un po’ ambizioso perfino per un egocentrico come lui, a giudicare soprattutto, più i risultati delle proprie scelte, che le scelte stesse.

Le più eclatanti sono il risultato del referendum del 2016 e lo sgretolamento del Partito Democratico. Due disfatte che hanno inconfutabilmente come unico responsabile proprio Matteo Renzi.

Forse alla storia passerà semplicemente come il politico più ottuso di sempre. Così costantemente impegnato a valutare l’indice di gradimento che ha per se stesso che non ha mai badato all’indice di gradimento che gli elettori avevano per lui.

Questo sfrontato sistema equino di guardare la strada davanti a se, lo ha portato a realizzare dei fallimenti politici da guinness dei primati.

È riuscito a portare il PD dal 41% dei consensi del 2014, al 18% nel 2018.

È riuscito a Mettere la sua faccia sul referendum del 2016 nel momento peggiore per la sua immagine e anche il quella circostanza, gli elettori gli lanciarono un chiaro segnale di quanto fosse simpatico agli Italiani.

Se avessi oggi una sfera magica, un desiderio forse, lo sprecherei per dare a Matteo Renzi 5 minuti senza il suo specchio che gli copre la vista sul mondo.

E niente, per Matteo Renzi, dopo Matteo Renzi, c’è solo lo specchio! Uno specchio linto dove riflettersi e godere di cotanta magnifica inconsistenza.

Per definire se stesso un politico scaltro, o è tutt’altro che scaltro anzi è l’esatto contrario (vedi link), o ha nella manica un grande asso. Un enorme gigante asso di bastoni che prima o poi dovrà riporsi in qualche pertugio.

Non ci resta che lasciare ai posteri l’ardua senternza.

Antonio Trani

Previous Article

Matteo Renzi – Il serial killer di Montecitorio

Next Article

Matteo Renzi – La caricatura di un clown

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.